Cartoni irrinunciabili: Gigi la trottola!

Gigi la trottola è semplicemente uno dei cartoni più divertenti mai realizzati. Parla di un ragazzino (bassissimo) di liceo che per tante cose sarebbe proprio una peste. Ama alla follia le mutandine bianche (che considera forse una specie di simbolo di purezza estrema) e in particolare quelle della sua amata Annina. Ma Gigi è anche un fenomeno in ogni sport che pratica. Così si dedicherà a varie discipline: basket (nonostante l’altezza!), ping pong, scherma, gare massacranti di resistenza, ecc., uscendone sempre vincitore, perché lui è un campione nato!

Bud perdona io no


Bud Spencer da giovane fu un nuotatore di alto livello che con il passare del tempo finì per gravitare sempre più nel mondo del cinema. Dopo diverse comparse in svariati film (alcuni dei quali non immaginereste mai!), si cominciò a ritagliare una fisionomia cucita su misura per sé con dei film western, anche “seri” e con attori internazionali, all’inizio (non li cito non perché non siano pellicole di qualità bensì perché personalmente associo il nome di Bud Spencer più a quello che seguirà piuttosto che a questo).

La sua carriera avrebbe potuto allora prendere quella piega, sennonché, non so come, a qualcuno venne in mente di fargli fare coppia con Terence Hill in degli spaghetti-western con parossistiche contaminazioni comiche. Così nacque il mito di Trinità, con quei due intramontabili film Lo chiamavano Trinità… e …Continuavano a chiamarlo Trinità.

Erano dei film incredibili in cui si potevano trovare varie trivialità molto divertenti, tra cui i rutti, le scoreggie e sopratutto le scazzottate senza che poi nessuno morisse sul serio…

Da allora la carriera di Bud si divise in due. Da un lato i film con Terence Hill, sempre sulla falsa riga dei precedenti, in cui i loro personaggi erano buoni anche quando avrebbero voluto fare i cattivi e bastonavano sempre il prepotente di turno a suon di schiaffoni. Dall’altro i film o in solitaria oppure con qualcuno che formalmente prendeva il posto di Terence.

Al primo filone appartengono e vanno assolutamente ricordati i film: Porgi l’altra guancia, …Più forte ragazzi!, …Altrimenti ci arrabbiamo! (secondo me il loro film più bello e famoso), Io sto con gli ippopotami, Chi trova un amico trova un tesoro, ecc.

All’altro filone appartengono invece Anche gli angeli mangiano fagioli (con Giuliano Gemma al posto di Terence Hill), e poi tutti quei film in cui Bud Spencer si può dire che fosse il protagonista assoluto, come Banana Joe, Bomber, Lo chiamavano Bulldozer, in cui il film funziona ma certo si sente la mancanza del buon Terence.

Va rammentato anche il ciclo di Piedone in cui Bud è un coriaceo commissario napoletano che si batte indomitamente contro il crimine. Ciclo che non ha i miei pieni favori, forse perché lì i cattivi erano un po’ più cattivi che negli altri film e il suo personaggio meno ironico…

Per non parlare dei due film (che ricordavo fossero solo uno e sono dovuto andare a controllare altrimenti avrei detto qualcosa di sbagliato) in cui avviene una strana contaminazione tra i tipici film di Bud con il filone… alieno: Uno sceriffo extraterrestre… poco extra e molto terrestre; Chissà perché… capitano tutte a me.

Tutto questo per dire che i film di Bud Spencer e Terence Hill sono sempre stati molto sottovalutati da un punto di vista critico; invece, un po’ come per Fantozzi, il loro successo intramontabile a livello di pubblico sta a testimoniare che in molti casi si trattava di ottimi film, giustamente premiati dall’affetto inestinguibile della gente.

Detto questo Bud Spencer e Terence Hill, non mi piacquero affatto quando invitarono a votare Berlusconi. Trovai il loro consiglio oltre che molto sbagliato anche fuori luogo.

…Bud perdona, io no!

…Però non dimenticherò mai l’influsso notevolmente positivo che hanno avuto i suoi film su di me. Se oggi sono così, è anche per merito di quei film.

PS: spesso quei film potevano contare su colonne sonore molto belle..