Nick Hornby: Come diventare buoni

Avevo letto altri libri di Hornby. Mi erano piaciuti, avevo apprezzato il lato ironico, suo marchio di fabbrica, ma con questo l’autore mi ha sorpreso perché è stato capace di andar oltre. Mi ha colpito come, pur mantenendo la narrazione sempre piuttosto brillante, in alcune situazioni sia riuscito a farmi esclamare: è proprio così che vanno le cose! Dunque promosso in pieno per quanto riguarda verosimiglianza psicologica e conoscenza di certe dinamiche sociali che spesso sfociano nei conflitti di coppia.

È la storia di una famiglia in cui i coniugi non vanno più molto d’accordo. Rosi dal rancore reciproco, sono ormai incapaci di vivere serenamente la loro vita familiare. Sennonché un giorno lei pronuncia una frase spauracchio che nessuno dei due si sarebbe mai davvero aspettato potesse provenire dalla sua bocca: “voglio il divorzio”. Inoltre la donna avrebbe pure una relazione al di fuori del matrimonio, ma non è certo quello il motivo della sua richiesta di separazione, semmai quello è solo un sintomo.

Lui allora, che normalmente reagirebbe in maniera assai caustica e violenta, si prende un periodo di riflessione. Quando torna è totalmente cambiato, tanto da sembrare una persona irriconoscibile. Sembra la sua versione angelica. E ha tutta l’aria di voler salvare il loro matrimonio, rivoluzionando da capo sia la propria vita che quella, di conseguenza, della famiglia…

Bello. E fa riflettere in più punti.

Come?

Un pensiero riguardo “Nick Hornby: Come diventare buoni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...