Mystère

Credo che con questo film (insolitamente “serio”, un thriller) i vanzina credessero di aver realizzato quasi un capolavoro (!). Ma ovviamente così non è stato. Perché nella pellicola compaiono immani incongruenze di sceneggiatura, giusto per citare il difetto maggiore che salta immediatamente agli occhi. Anche se ammetto che la presenza scenica dell’attrice protagonista (un’intrigantissima Carole Bouquet) sia notevole e capace di infondere al film un minimo di senso…

Il che mi dà l’occasione di fare due piccole considerazioni. La prima: all’epoca, nei primi anni Ottanta, questa attrice era considerata il perfetto esemplare di bellezza. Oggi ragazze simili avrebbero quasi dei complessi perché sono cambiati i criteri di valutazione. È troppo secca. E ha un viso forse troppo androgino. Oggi una così potrebbe quasi passare per racchia! O andrebbe bene solo per il sadomaso! 😀

La seconda considerazione è più complessa. Al netto dei difetti di sceneggiatura a cui accennavo sopra, oggi, al contrario di quanto avrei potuto pensare ieri, credo proprio che personaggi di quel genere, con quei caratteri che una volta potevano sembrare eccessivamente caricati e caricaturali, possano esistere davvero nella realtà. Oggi la protagonista potrei vederla come una donna delusa, inaridita dalla vita sentimentale come da un mondo crudele, che ha imparato a celare bene le proprie emozioni dietro una robusta coltre di apparente freddezza e pronta causticità, in modo da far credere di essere una donna forte, e non una vittima. Eppure tutte le volte che riceve una violenza è costretta a chinare la testa, anche se ci tiene a dare da bere che quella sia quasi una sua libera scelta. Per non parlare del masochismo che nasconde il suo animo, che l’abitua a concedersi a uomini che pure disprezza (che magari l’hanno appena minacciata di morte o picchiata). Per non parlare del poliziotto di cui si innamora, che la frega, che lei vuole ostinatamente continuare ad amare…

Mystère è un’alta e mora prostituta di alto bordo. Una sera viene coinvolta da una sua amica in una serata a tre con un disgustoso panzone. La sua cara amica bionda, prostituta anche lei, non resiste dal rubare al panzone ipopotente il suo accendino d’oro. Peccato che in esso però siano imboscate delle foto che mostrano il killer di un importante politico americano assassinato proprio a piazza di Spagna… Da allora dei malvagi si mettono alla ricerca di quell’accendino…

Carole Bouquet

6 pensieri riguardo “Mystère

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...