Viaggio (in pandemia) #0

(NAUSEA)

Ormai lo so, ci sono abituato. Ogni volta che devo affrontare un viaggio, di riffa o di raffa, so che dovrò lottare con una nausea più o meno incipiente. Stavolta fin dalla mattina la sento strisciare dentro. A colazione sono pieno di saliva. Così applico la tecnica, l’unica che nel corso della vita mi abbia dato soddisfazioni: mi blocco. Cerco il più possibile di congelare ogni movimento, ogni emozione, che se scateno quello che ho dentro finirò per vomitare, questo è certo.

Giunto all’ora della partenza ho bevuto solo mezzo bicchiere d’acqua nel corso delle ultime quattro ore, il che è positivo sia per la nausea ma anche perché conto di non dover mai esser costretto ad andare in bagno durante il lungo viaggio che mi aspetta – che chissà cosa potrei trovare nei cessi.

Quando arriva il momento di partire facciamo i primi passi fuori casa. Sento che la nausea è imbrigliata.

Bisogna ammettere che la presenza della mia ragazza al mio fianco mi tranquillizza parecchio.

2 pensieri riguardo “Viaggio (in pandemia) #0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...