Quando Battiato, con gesto d’insofferenza, si tolse gli occhiali…

Mi sintonizzo lievemente in ritardo e vedo che la trasmissione è già iniziata. Peccato, mi sono perso la sua entrata in scena. È evidente che tutta la puntata sarà interamente dedicata a lui…
Mi accorgo subito di un paio di eccentricità. In mezzo al palco, già adibito per l’esibizione canora, campeggia una specie di… cos’è? A me pare un enorme materasso coperto con dei tappeti intarsiati (magari con decorazioni siciliane). Mi sembra tutto molto strano. Come pure che Battiato conceda la breve intervista da seduto, anche se è evidente che tra breve canterà…
Lo spettacolo inizia e, come avevo preavvertito, lui canta da seduto (che non è mai un segno troppo bello, a meno che si sia in un teatro, in un’atmosfera da unplugged). A ogni modo fornisce una prestazione sontuosa, come praticamente gli concerne sempre, per quanto ricordi. Me la godo davvero molto – il giorno dopo avrò voglia di riascoltare le sue belle canzoni in cd.
Certo, fa un po’ tristezza vederlo seduto mentre canta canzoni in cui si fatica a stare fermi… Deve avere qualcosa che non va, mi impensierisco. Che cosa hai, Franco, che ti affligge? Lo so, anche tu non sei immortale. Sei umano come tutti e forse in questo momento stai conoscendo la malattia… E magari per la prima volta in vita tua senti di essere decisamente in fase discendente… Spero proprio di no. Spero di sbagliarmi perché di quelli come te ce ne sono sempre pochi, troppo pochi. In questi tempi sciagurati, c’è ancora più bisogno di quelli come te che affermino niente meno che la verità (“troie in parlamento”!)…
Poi succede qualcosa di diverso… A un certo punto diventa insofferente. Non riesce più a stare seduto – lo dicevo io che con quel ritmo non ce la si fa a rimanere fermi! – e allora prende e si alza in piedi! Dovrebbe essere un gesto normalissimo, ma in quel contesto, studiatamente più controllato, invece diventa un gesto liberatorio e di ribellione al proprio destino… Lui non ci sta a cantare quelle canzoni, le sue canzoni, quelle canzoni tanto amate dal pubblico che lo incita… a cantare quelle canzoni da seduto! Non si può! Sarebbe inaudito!… E il pubblico applaude…
Ma lo show è ancora lungo e chissà se Franco si pente di essersi alzato… Fattostà che dopo gli accade nuovamente di manifestare più o meno lo stesso stato d’animo di prima; e allora stavolta si toglie gli occhiali, lo farà due o forse tre volte; se li toglie come faccio io quando sono stanco o non ce la faccio più, o non voglio vedere…
Lo spettacolo sarebbe finito… Ovazione – giustissima e meritatissima – del pubblico per uno dei più grandi artisti italiani – che sa pure fare film, per la miseria!… Ora Franco vorrebbe andare a sedersi, vorrebbe andare a riposare… Ma si dà il caso che il vile presentatore – il quale, se davvero Franco è malato, dovrebbe essere perfettamente informato del suo stato di salute –, lo incastra con la storia dei bis… Così il povero Franco si sente in dovere di lasciare a quel pubblico così festante e buono con lui qualcos’altro in dono… E allora fa subito alcuni suoi altri successi del passato… Altre acclamazioni…
Infine al povero Franco gli tocca di fuggire letteralmente dal palco sennò il presentatore non lo lascerebbe più andar via. E a lui non va di giustificarsi con tutti rivelando che non sta tanto bene…

PS: il fatto che Franco Battiato non stesse bene è una mia libera deduzione. Non so se davvero le cose siano state effettivamente così. In seguito ho saputo che ha tenuto altri concerti senza palesare particolare affanni. Questo post deve intendersi come una mia spontanea manifestazione d’affetto nei confronti del suo essere un grande artista.

14 pensieri riguardo “Quando Battiato, con gesto d’insofferenza, si tolse gli occhiali…

  1. Giordano che bella sorpresa ritrovarti su questa piattaforma! Praticamente il gruppo Tiscali si è riunito quasi tutto qua!

    Per me non è stato facile imparare a gestirla ( ancora ho molto da imparare ) Invece tu sembra ti sia trovato subito bene!!! ma forse perchè ci sai andare meglio col pc!!! Ora cercherò di mettere il tuo indirizzo nella colonnia, per lo meno ti avrò a portata di mano!!!

    Adoro Battiato! E la rielaborazione di Era D’estate è favolosa!!! In effetti vederlo così seduto fa pensare… speriamo sia solo una mossa scenica!!!

    Ciao Giordano a presto rileggerti!!!

    "Mi piace"

    1. ciao vitty(na)! sospettavo che fossi tu fin da quando ho letto il tuo messaggio sul forum di wordpress! anche io avevo un problema con l’importazione… poi in una maniera o nell’altra ho ovviato. 😉 a proposito, hai visto che tutte le vecchie immagini sono andate perse dopo che hanno fisicamente rimosso tutto l’ambaradan tiscali? che fregatura. se almeno ce lo avessero detto che avremmo perso anche le immagini… e invece chi ci pensava? all’inizio anche io ho sbattuto la testa su questo nuovo blog, ma ora mi ci trovo a meraviglia. e lo trovo nettamente migliore di quello di tiscali. con questo per esempio è più facile seguire le persone… se mi hai messo, come mi risulta, tra i blog che segui. troverai ogni nuovo mio articolo nella sezione lettore, in automatico… 😉 circa il post di battiato, in realtà il video non corrisponde al testo, ma a un’altra occasione in cui il grande battiato sembrava un poco in difficoltà. era diversi anni fa. dunque si deve esser ripreso alla grande! 🙂

      "Mi piace"

      1. Sono contenta di sentirti così positivo! In effetti questa piattaforma è molto più all’avanguardia di Tiscali. E piano piano riuscirò a gestirla al meglio anch’io.

        Per la perdita delle immagini non hai idea quanto mi sia dispiaciuto e dispiaccia. Le avevo cercate con tanta cura! Sarà impossibie rimpiazzarle tutte ( mi ci vorrebbero anni!!) ma in qualche post cercherò di rimediare. Questo è stato un brutto scherzo che non dovevano farcelo.

        Ora che ci siamo ritrovati non ci perderemo più.

        Ti auguro una serena giornata , e buona scrittura!!!! Ciao caro Giordano!!! 🙂

        "Mi piace"

  2. Anch’io provo grande affetto per Franco Battiato. Tra l’altro anch’io l’ho visto in concerto, e per ben 3 volte. Gli piace farli in mezzo ai prati, e questo talvolta causa degli inconvenienti non da poco.
    Ad esempio, al primo dei 3 concerti aveva piovuto a dirotto dalla mattina fino a un’ora prima dell’inizio, e quindi per raggiungere il mio posto a sedere dovetti avanzare nel fango che mi arrivava fino alle caviglie.
    Tuttavia, fare i concerti in un contesto agreste ha anche dei lati positivi: ad esempio, al secondo e al terzo concerto eravamo in piena Primavera, e quindi l’aria era carica di tutti gli odori naturali della terra, sembrava di essere nel giardino dell’Eden.
    Al primo concerto Battiato fece un’entrata in scena spettacolare: arrivò in macchina, fece fermare l’autista a poca distanza dagli ultimi posti a sedere e poi percorse a piedi il tragitto da lì al palco. Anche lui si sarà riempito le scarpe di fango, ora che ci penso.
    Il pubblico fu molto disciplinato: invece di sporgersi in avanti per toccarlo, si alzò in piedi e lo applaudì a scena aperta. Lo facemmo perché avevamo capito il senso profondo di quella scelta: Battiato voleva esprimere vicinanza al suo pubblico non con un sorriso finto, non con un ringraziamento stereotipato, ma con il gesto simbolico di camminare in mezzo a noi. Ci commosse senza bisogno di dire una parola.
    Il terzo concerto fu il più bello in assoluto, perché lui nell’ultima mezz’ora ci chiamò tutti sotto il palco e fece canzoni a richiesta finché non gli andò via la voce.
    Quella sera stessa capii che non l’avrei più visto in concerto, perché era meglio chiudere così, avevo già toccato l’apice. Cosa ne pensi della mia esperienza?

    "Mi piace"

    1. beato te! beh, battiato è uno dei più grandi di sempre. logico che questi pseudo cantautori di oggi-ragazzini commerciali con le gambette storte che scopiazzano qua e là senza avere un filo di vero talento mi facciano molto schifo. paragono la nuova generazione con quella vecchia ed è evidente che nessuno dei nuovi eguaglierà mai i vecchi. per quanto riguarda i concerti all’aperto mi dai una pessima notizia perché i concerti, per quanto possa essere bello e suggestivo farli in luoghi silvestri, non vanno assolutamente fatti in mezzo alla natura, perché sono molto invasivi circa gli animali che vivono in quei luoghi (ti assicuro che mi sto trattenendo al massimo per non usare termini più forti e volgari). riesci a immaginare un uccello che fa il nido su un albero e poi un giorno viene bombardato di suoni violentissimi? lo so: la gente non ci pensa mai. ma chi di dovere sarebbe pagato per farlo, per cui non li perdono. e ovviamente più il luogo è selvaggio e rigoglioso e più ci sono animali e si producono dunque ingenti danni. ciao.

      "Mi piace"

      1. Porca miseria se mi è piaciuto! 🙂 E infatti ti ringrazio vivamente per questo consiglio d’oro, e lo ricambio consigliandoti a mia volta altri 3 filmoni che ho visto nell’ultimo periodo:

        – Black Book
        – The Program
        – Bronx

        Sono 3 film molto diversi tra loro, ma tutti e 3 molto meritevoli. Black Book è il più simile a Operazione Valchiria, quindi probabilmente è quello che ti piacerebbe di più. E non farti spaventare dalla sua durata: non c’è un solo momento morto, e nonostante superi le 2 ore non dura un minuto in più del necessario.

        "Mi piace"

      2. Credo che sia molto difficile: il primo si presta male ad un passaggio tv proprio per la sua durata, gli altri 2 sono ingiustamente caduti nel dimenticatoio. Il sito cb01 comunque dovrebbe metterteli tutti e 3 su un piatto d’argento. 🙂 Buona giornata! 🙂

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...