Philip Roth: Ho sposato un comunista


A leggere questo romanzo, a giudicare dallo stile, avrei giurato che fosse uno dei suoi primi. E invece sembrerebbe sia degli anni 90…

L’ho trovato un po’ dispersivo.

È principalmente la storia di un matrimonio assai male assortito tra un uomo di umili origini, comunista e violento, e un’attrice schizzata ed evanescente, con la vita disastrata già di per sé, imprigionata in uno squilibrato rapporto madre-figlia per nulla salutare. Il tutto interpolato nella veridica caccia alle streghe del Maccartismo.

Ho l’impressione che, a differenza di altri romanzi, i fatti narrati siano stati più inventati di sana pianta di altre volte… E che l’autore abbia esagerato con i continui colpi di scena…

Ho apprezzato di più altri suoi libri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...