Il segreto della rock star


Quella rock star lo aveva sempre intrigato. Ma non per questioni squisitamente musicali, bensì perché essa era talmente cambiata nel fisico da parergli irriconoscibile. Eppure nessuno sembrava notarlo. Tutti le si inchinavano deferenti poiché ricca e famosa. Nessuno si ricordava più dei suoi albori, di quando era stata così differente esteriormente da quella che era adesso; così differente da sembrare… un’altra persona.

Era questa in definitiva l’ipotesi di Nemesis. Quella rock star non incarnava la persona di cui ai primordi portava il nome. E se in alcuni tratti vi somigliava, era indubbio come invece per altri risultasse incompatibile.

Per esempio: la rock star all’inizio era fornita di una sorta di testone. Viceversa adesso il suo cranio sembrava essersi rimpicciolito. Come era possibile? Poteva bastare il consueto incedere dell’età a causare un tale cangiante fenomeno?

Poi la rock star da giovane era equipaggiata di un sesso molto voluminoso a giudicare dalle immagini d’epoca nelle quali la si vedeva sempre zampettare ovunque con quell’enorme pallone aerostatico infilato nei pantaloni. Invece oggi in quel punto era pressoché piatta e sembrava che lì non ci fosse mai stato nulla di significativo, se non al massimo una vulva (che però in passato non avrebbe mai potuto materializzarsi in una tale sconfinante protuberanza).

Altra particolarità evidente che con l’incedere del tempo strideva sempre più era rappresentata dai suoi fianchi, che in età giovanile erano stati un po’ abbondanti mentre ora si erano addirittura ridotti, quando semmai sarebbe dovuto avvenire il contrario, come per la testa. E ciò era inspiegabile in quanto la questione si poneva a un livello osseo, e non adiposo

Ma il particolare più prominente, quello presso il quale indiscutibilmente covavano i maggiori dubbi di Nemesis, era palesato dal colore dei suoi occhi. Agli inizi la rock star era provvista di normali iridi nocciola; mentre in vecchiaia, queste, erano diventate inspiegabilmente azzurre! E non si trattava di ingerenze inerenti lenti a contatto colorate perché, proprio su quell’argomento, in un’intervista, la rock star aveva dichiarato serenamente che i suoi occhi erano sempre stati motivo di vanto per lui, fin da piccino, quando le sue numerose zie lo attorniavano e gli facevano i complimenti decantandogli quella meravigliosa gradazione che egli, unico nella popolazione locale, potesse annoverare come fosse stato toccato dal divino…

Dunque, da tutti questi riscontri, Nemesis arguì infine che dovesse trattarsi di un colossale caso di sostituzione di persona, in cui da un certo momento in poi vi era stato un individuo che si era avvicendato con un altro, continuandolo a impersonare ostinatamente negli anni, riscrivendo di fatto la sua storia, depennando mano a mano gli episodi del passato che non collimassero con il susseguente presente.

Da alcune ricerche effettuate, Nemesis capì che molti filmati e fotografie pertinenti la giovinezza della rock star erano stati fatti sparire. Rimanevano in prevalenza solo riscontri non molto definiti. Sennonché ne esistevano però ancora di validi tramite i quali si potessero appurare quelle discordanze da lui così sapientemente notate.

Nemesis seguì punto punto la storiografia della rock star e scoprì che il cambio di persona doveva essere avvenuto in uno dei frequenti periodi d’eclissi che essa si concedeva tra un disco e l’altro, tra un ricovero ospedaliero per disintossicarsi da qualcosa e un altro. L’avvicendamento doveva essere avvenuto tra l’Ottantuno e l’Ottantasei. Era in quel periodo che la rock star era rispuntata fuori con gli occhi di un altro colore e con quei tratti fisici alterati i quali all’inizio fecero dichiarare a tutti i pochi che all’epoca le erano al fianco che “pareva diventata un’altra persona” per quanto la crisi l’avesse mutata. Tra l’altro, circa quelle persone che si erano arrischiate a rilasciare quelle dichiarazioni, Nemesis scoprì che in molti casi di loro si erano perse le tracce; mentre altre volte ritrattarono bellamente quelle loro affermazioni sostenendo che non le avessero mai rilasciate. Nemesis riteneva dunque che costoro avessero tutte subito pressioni per revisionare quei loro pareri, fossero state foraggiate con il vile denaro per far cadere sulla vicenda il più profondo oblio…

Eppure rimanevano delle domande inevase… Che fine aveva fatto la prima persona? Era morta? E se sì, perché si era preferito sostituirla con un’altra, quando tra l’altro all’epoca il successo della rock star neppure era così evidente e sarebbe giunto proprio di lì a poco? Perché la figura della rock star doveva continuare a vivere a tutti i costi? A chi giovava? Nemesis non lo svelò mai.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...