…Medici dei miei stivaloni!


Come forse saprete tendo a non fidarmi affatto di alcune categorie di persone. Tra queste, un posto di spicco è riservato ai medici

Tuttavia, per quanto non voglia e tenda a evitarlo, ogni tanto anche a me tocca servirmi di questi macellai, questi che la laurea chissà come diavolo l’hanno presa, questi corrotti della farmacologia, questi trogloditi che si credono gran studiosi… quando al tempo di Socrate i dottori, pur sapendone molto meno, erano molto più affidabili!

Preliminari… Salto le disavventure che incontro sui mezzi pubblici perché non pertinenti (dico solo che all’andata trovo spostato un capolinea di duecento metri e che al ritorno, quando vado a controllare dove mi trovo perché mi sono avventurato in una strada che non conosco perfettamente, scopro che quella via su Tuttocittà non esiste! Ma andate a cagare pure voi che fate le piantine! E voi che gestite il traffico dei veicoli pubblici nella capitale!)…

…Dunque consegno l’impegnativa con su scritto “pagato” alla grossolana infermiera che fa da segretaria al medico in questione. Si intuisce subito che le gira male e che ha difficoltà a esprimersi, non dico in italiano fluente, ma corrente. Seppure è evidente che sia lì per fare una visita, aspetta che gli porga io i miei fogli (perché secondo il suo ragionamento devo essere io a chiederle un favore! e non lei a offrirsi di fare il suo mestiere normalmente!).

Tra un esclamazione populista e l’altra, segna sulla sua lista che sono arrivato. Mi chiede il mio codice fiscale anche se ce l’ha scritto lì davanti a lei in bella mostra (giusto per rompermi l’anima, dico io; invece lei sostiene che, il suo, è uno scrupolo. E se ve la devo dire tutta, anche se sembra impossibile, su questa cosa ha ragione lei! Perché quel necroforo del mio medico di base, oltre a scrivere davvero da scimmia, ha pure sbagliato a ricopiarlo! Che idiota che è! Prima o poi dovrò escogitare una maniera per dargli il fatto suo a quel ruba-stipendio uccisore seriale che è!).

In breve scopro che il dottore quest’oggi è in forte ritardo sulla tabella di marcia (eppure sono solo le 10:30!). Io comunque, che sono un tipo previdente, mi sono presentato all’appuntamento un’ora prima. Magari, per quando tocca a me, avrà recuperato (spero non credendoci troppo neppure io).

Due signori che quando sono arrivato erano già qui e che hanno uno sguardo spento e perso nel vuoto diventano sempre più insofferenti. Uno dei due aveva appuntamento per le 10 ma si son fatte le 11 suonate e non è stato chiamato (nel frattempo anche io mi sono rassegnato al fatto che mi aspetta un destino simile ai due vecchi)…

Sempre dai due signori apprendo che “c’è un sacco di gente che si infila senza appuntamento” e che “converrebbe buttarsi dentro appena possibile anche se non chiamano”…

…Poi, infine, viene finalmente il mio momento… Appena entro il medico prova a fare un gioco di prestigio. Mi dice che si è sbagliato e ci sarebbe una signora segnata prima di me. So che non è vero. So che allude alla signorina di fuori che, essendo venuta in ritardo, è stata retrocessa in fondo alla lista. So che non vede l’ora di vederla nuda… A ogni modo gli faccio una faccia tale che lui non insiste e dice che va bene così e la signora verrà subito dopo di me…

Gli dico perché sono lì. Cerco di essere chiaro ma vedo che quello nel frattempo fa altre cose. Ha la testa sulle nuvole (non passerà molto che entrerà anche un altro medico a tenergli compagnia il quale gli parlerà del più e del meno sovrapponendosi fastidiosamente a quello che cerco di spiegare a chi mi sta visitando).

Mi dice subito che “bisogna operare” (senza se e senza ma, anche se finora non mi sono nemmeno spogliato!). Io gli faccio “vacci piano” con la mano. Lo informo che da quando ho attuato una certa strategia quello che ho è regredito, migliorato. Mi dice “bene”.

Gli faccio delle domande. Lo informo che un suo collega (online) mi ha fatto una domanda in merito alla mia patologia e gliene chiedo il motivo. Lui semplicemente non risponde.

Gli faccio altre domande alle quali lui risponde sicuro che non è per quello che questa cosa mi è venuta. Parte in quarta e mi segna subito un esame. Ma mentre mi dice il perché capisco che non ha capito bene quello che ho detto, così rettifico per l’ennesima volta e mi cancella quell’esame.

Gli chiedo come mai vengono queste patologie e lui mi fa una faccia come a dire “so’ cose che capitano… che ce voi fa’?”.

Mi tocca di spogliarmi. Mi esamina e rimane stupito che sia tutto in ordine. Gli ripeto ancora quello che già gli avevo detto…

Ho come l’impressione che qualcosa me lo debba comunque segnare. Così infatti mi segna un prodotto che non mi serve, che non compererò, e un esame clinico per capire cosa ho.

La visita è finita. Mi butta fuori dopo circa dieci minuti, quando tutti gli altri pazienti prima di me sono stati dentro almeno una mezzoretta. In compenso potrà ora vedere nuda la bella fica che voleva visitare prima di me…

Ricapitolando. Ho speso 35 euro.

Il medico è stato molto sbrigativo e non credo abbia compreso appieno quello che gli ho detto.

Non ha risposto alle mie domane, o l’ha fatto evasivamente, o è stato troppo pressapochista.

Mi ha fatto attendere fuori più di un’ora.

Mi ha segnato un prodotto inutile, come pure un altro esame specialistico che a questo punto chissà se serva davvero (per ora col @a$$o che lo faccio)…

E poi uno si sorprende se ogni tanto un paziente ammazza il proprio medico… No, io li capisco quei pazienti. Li capisco eccome… E chi sono io per pontificare su questi fatti? Che ne so io di cosa è avvenuto davvero tra un medico e il suo paziente? Adesso solo perché ho sotto gli occhi che uno ha ammazzato un altro allora questo vuol dire che quell’altro prima non ne aveva ammazzati due, tre, chissà quanti? Ma fatemi il piacere!

Io non sono elettore del PD, che ragiona con il prosciutto sugli occhi e che, convinto di essere buono, crede per partito preso che il Bene è con lui, mentre il male è negli altri posti…

PS: ovviamente il PDL è peggio. Ma il PD non è abbastanza meglio per essere votato…

2 pensieri riguardo “…Medici dei miei stivaloni!

  1. e che ti dico ? che sono d’accordo con te ovviamente!!! e non è presunzione la mia, è basato sul fatto che , avendo io qualch ecognizione medica, so dove andare a parare quando dicono cazzate, quando esagerano e quando ti riempiono di farmaci inutili e dannosi…
    qualcuno si salva..sempre di meno

    ma eri in una sturtutra pubblica? stai bene giordi? aggiornami in privato,. un bacio

    "Mi piace"

  2. cara margot, grazie del tuo interessamento (innanzitutto). devo dire che quando non ci sei su questo blog si sente la tua mancanza…
    sì, ero nel pubblico ovviamente, perchè nel privato almeno fanno finta di interessarti a te (ma la loro competenza è tutta da verificare, mi son trovato malissimo anche lì).
    circa la visita ti posso aggiornare anche qui: era solo un controllo per via di un mio scrupolo. tale controllo lo avevo procastinato fino adesso (e puoi forse biasimarmi se l’ho fatto? ho fatto benissimo!), ma a un certo punto ho voluto vederci chiaro per escludere cose gravi. in realtà, come ho detto in questo racconto autobiografico,, la mia cura fatta in casa si è già dimostrata molto più efficace delle loro merdose prescrizioni realizzate principalmente per spennarti! ringrazio dio di avere ancora un cervello raziocinante! altrimenti a quest’ora ero strafottuto!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...