Italia!… In culo!

 

Avete presente la pubblicità autoreferenziale di Italia1, quella in cui ci sono degli idioti che dicono “Italia…” e poi c’ è qualche altro idiota (o lo stesso) che dice “…uno!”… Ma sì!, dai, la conoscete… Ce ne sono così tante!… C’è quello che esce dall’ armadio, dalla bara, dal bagno… Oppure è pieno zeppo di bambini obbligati dai loro genitori a fare stronzate, agghindati in tutti i modi possibili, o si usano anche gli animali e anche per loro vale il medesimo discorso, o ci sono quelli che sparano con le pistole, e ci sono degli accenni più o meno palesi al voyeurismo implicito, a presunte o reali perversioni sessuali, ecc…

Beh, io trovo questi stacchetti delle perfette rappresentazioni di disgregazione dei valori positivi di una società a favore di quella che è la vera volgarità… Ci vorrebbero spingere a mandare anche i nostri filmati… Sì, dai, mandiamo anche noi il nostro film che poi andiamo in televisione e diventiamo famosi (metti che uno ti nota, chi lo sa poi cosa succede)… Ecco un semplice modo per regredire le coscienze umane a quelle di servi schiavi dei bisogni che i loro padroni gli impongono, e soprattutto per farli diventare sempre più ignoranti (che è poi il discorso principale di tutto, perché l’ ignoranza è la volgarità suprema!).

E poi ci mostrano sempre delle merde che sembrano così felici!… Oh, come siete felici a fare le vostre stronzate da ritardati appecorati mediatici! E ci vorreste far credere che il mondo è bello e che va tutto bene così… Che l’ Italia va bene e che non c’ è alcuna crisi (d’ altronde tutta quella gente che fa i vostri spottini è sempre così felice, così intenta a giocare e divertirsi, facendo cose così inutili!)…

Pensate invece se in quei cinque secondi di stoltezza non si dessero cinque secondi a qualcuno per dire una cosa che ritiene davvero importante… Non sarebbe un pochino meglio? Certo la mia è solo un’ idea fittizia, perché è chiaro che anche in tal modo loro selezionerebbero solo i più idioti tra gli idioti, e i più venduti tra i venduti, cioè quelli disposti a fare tutto per due lire (proprio come i partecipanti del grande fratello, o i partecipanti di forum)…

Fattostà che quando vedo quei detestabili stacchetti di Italia1… è più forte di me ribellarmi ad essi dicendo invece di “…uno!”, “…in culo!”. Come a figurarmi che all’ Italia lo stiano mettendo allegramente sempre più nel culo, nonostante molti facciano finta di niente…

 

Italia… in culo!

 

 

 

Tu sei seduto nel buio

Io lavoro nella luce

Non ho consigli da darti

La tua politica ha fatto scuola

Ciambellano del nulla

Avanzo di segreteria

Ma ti ricordi come eri

Quando cercavi una sistemazione

Professionista dell’ amicizia

E dalla comprensione

Sempre meglio di adesso

Dove vai girando con una sciantosa

E non sei niente ma fai di tutto

Per sembrare qualcosa

 

Dimmi come ti va

Come ti senti

E come ti addormenti

Dimmi come ti va

Se c’è qualcosa di cui ti penti

O se va bene tutto così

Così…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...