La paura del plagio

 

 

Leggo molto (tra libri e fumetti) e mi rendo conto che molte delle cose che penso e scrivo (in particolare nei racconti) sono il frutto di influenze precedentemente acquisite da un pezzo di carta (se non da esperienze personali)… Tuttavia non posso controllare queste mie ispirazioni… Come posso più sapere se una cosa viene solo da me o da un racconto che lessi da adolescente (che è rimasto chiuso dentro per tanto tempo e che ha aspettato che io fossi pronto a raccogliere il suo seme facendolo germogliare?), oppure da una storia di un autore che avevo trovato interessante in qualche sua componente, ma che avrei sviluppato in un altro modo, e che ho provveduto istantaneamente a obliare nella mia memoria inconscia?

D’ altronde anche per Grant Morrisson fu così quanto scrisse i suoi The Invisibles e di certo una sola persona non potrebbe mai inventarsi da zero tutto quell’ intricato e multicolore affresco narrativo fantastico che lui ha dipanato per molti mesi sulla sua bellissima serie (neanche se lo avesse scritto sotto l’ influsso delle migliori droghe esistenti sul mercato)…

Per cui, se per caso notate delle somiglianze con altri racconti che avete già letto, sapete che io stesso ne potrei essere stato ispirato. Senza contare che potrei semplicemente avere avuto la stessa idea di qualcun’ altro, prima o dopo di lui… come già successe numerose volte nella storia, in svariati momenti, e in tutte le discipline…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...