Milan Kundera: L’ insostenibile leggerezza dell’ essere

 

 

È la storia di un uomo al quale piace oltre ogni cosa andare con le donne. Per questo le tradisce e non esita a mentire e a farle soffrire. Fine della storia.

Nella prima parte di questo strano libro sembra che l’ autore, in stato di grazia, ci racconti e ci sveli i segreti nascosti dell’ animo umano, e che forse ci faccia protendere verso le pulsioni del protagonista, facendocele vedere come un qualcosa di positivo.

Questa prima parte davvero sembra che contenga qualcosa di magico, che dà preziose (e molto forti) suggestioni quando la si legge.

Nella seconda parte invece il gioco sembra che non funzioni più. La narrazione si fa ripetitiva. L’ autore sembra usare la stessa identica forma della prima parte, ma i risultati sono molto più modesti (dal punto di vista delle emozione suscitate). E questo non credo che sia da attribuirvi al fatto che il lettore si sia abituato al suo stile e ai suoi argomenti. No. Secondo me, c’ è realmente qualcosa che si perde con lo scorrere delle pagine. L’ incanto finisce, forse perché nel testo fa capolino la guerra, un triste regime, il controspionaggio, o qualcosa del genere. Il libro si chiude senza una fine adeguata e con un senso di sospensione.

 

CURIOSITÀ: Lessi questo libro circa otto anni fa e una mia conoscente, notandomelo, mi disse che anche lei aveva iniziato a leggerlo, e che all’ inizio le era piaciuto molto, ma poi, andando avanti, aveva deciso di sospenderlo, e quindi non lo aveva completato… Io ne rimasi molto stupito…

 

CONSIGLIO: Leggete questo libro (ve lo raccomando) ma fino a quando non vi stancate. Poi non vi suggerisco di proseguire perché il libro non avrà più nulla da dirvi.

 

CURIOSITÀ 2: Antonello Venditti cita esplicitamente questo libro (e il suo autore) in una controversa ma gradevole canzone dal titolo Questa insostenibile leggerezza dell’ essere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...