Le bottiglie riutilizzabili

 

 

Una volta, tanti tanti anni fa, quando la gente era più semplice e il progresso non ci aveva ancora trasportato nelle "magnifiche sorti e progressive" (come diceva Leopardi), eravamo tutti una massa di buzzurri che usavano le bottiglie di un materiale noto come vetro.

Il vetro era bello. Il vetro era trasparente. Di vetro ce n’ era tanto e non costava nulla. Il vetro era molto semplice da lavorare. Difetti del vetro: il vetro pesava troppo (gli uccellini pesano di meno); se sei un ubriacone antisociale e prendi una bottiglia di vetro e la sbatti a terra potrebbe accadere che questa si rompa e che qualcuno ne prenda uno dei suoi pezzi per usarla come arma. Fine dei difetti.

Tanto tempo fa, il vetro neanche veniva riciclato (non nel senso che gli attribuiamo oggi), bensì semplicemente riutilizzato. Che me riempie la bottiglia con un litro de vino? Subito signore. La bottiglia è un vuoto a rendere…

 

Poi le eminenze grigie decisero di portarci nel progresso (e certo farsi anche il loro legittimo gruzzoletto per il disturbo). Inventarono la plastica che si poteva utilizzare semplicemente per fare tutto (è allo studio al momento della plastica da usarsi come carta igienica) e in particolare per le bottiglie di plastica. Finalmente gli anni passati dagli esseri umani nell’ approfondimento delle scienze supreme avevano dato il risultato tanto atteso… Le bottiglie di plastica hanno molti vantaggi: sono leggere (come un uccellino); sono di tanti colori diversi (basta aggiungervi degli innocui additivi chimici) in modo da poter celare con molta facilità il loro stesso contenuto; possono essere facilmente portate allo stadio (seppur sprovviste di tappo); si possono usare per i gavettoni e se si tirano appresso a una persona è molto improbabile che gli possiate fare davvero male; se introdotte in posti delicati, durante giochi particolari, si può stare abbastanza tranquilli che non si spezzeranno ferendo il malcapitato nel quale sono state ficcate nel culo; infine essendo fatte di plastica sono magnificamente riciclabili attraverso un non troppo complicato né dispendioso processo purificatore.

Difetti? Nessuno, se si eccettua che sembra (ma non c’ è la certezza matematica e comunque non è che la cosa sia sempre vera) che alcune bottiglie rilascino, dopo un po’, delle sostanze leggermente tossiche o cancerogene. Ma in questi rari casi, l’ ingegno umano ha concepito un metodo sicuro per fronteggiare questo lieve inconveniente. Infatti su molte bottiglia è stato stampato il numero di volte che queste possono essere riutilizzate senza arrecare alcun danno alla salute. Cioè se troviamo sul culo di una bottiglia il numero 23 (bucio di culo) ciò vuol dire che la possiamo utilizzare ben 23 volte. Se altresì troviamo il numero 8 (culo rotto) la bottiglia potrà essere utilizzata ben 8 volte. Chiaro, no? Ho visto gente effettuare delle pratiche incisioni sulle bottiglie stesse per rammentarsi il numero di volte che sono state usate, come pure ho visto gente segnarlo sul calendario, sull’ agendina o nel computer (facendo in questo ultimo caso delle previsioni piuttosto affidabili circa la data ultima di fine utilizzo delle suddette).

Certo, meglio ancora quando le bottigliette non portano alcun numeretto. Così la povera gente non si deve stare a preoccupare di cose così lontane dalla loro realtà.

Fottetevi, fottetevi, fottetevi (spero che questa innocua battuta non mi precluda una possibile candidatura nelle liste del PD, o impedisca una mia carriera militare, o peggio la corsa come presidente della repubblica italiana).

4 pensieri riguardo “Le bottiglie riutilizzabili

  1. Le bottiglie di vetro erano/sono bellissime. A patto di non fare come quei dementi che le spaccano e lasciano i cocci per terra, che sia asfalto, erba, sabbia o pietrisco. A volte io e mia moglie Tatjana prendiamo le birre analcoliche in un supermercato in Slovenia, appena oltre il confine (ormai aperto), a pochissimi chilometri da casa nostra. Ne prendiamo una cassa. Poi quando la riportiamo, la riempiamo con le bottiglie vuote, la inseriamo nell’apposito “ingoiatore” che ci restituisce uno scontrino-sconto. Oppure, i vuoti a perdere, i vetri non a rendere li mettiamo da parte e poi li mettiamo nel cassonetto della raccolta differenziata. Stessa cosa facciamo per la plastica, per le lattine e per la carta. Ma la plastica ci è decisamente antipatica.
    E’ un caso che la parola da digitare per poter inseire il commento sia “furor”?

    "Mi piace"

  2. vicino casa mia c’ è un bel giardinetto e anche un pub. quasi tutti i giorni trovo nel giardinetto i cocci di qualche stronzo che non ha potuto fare a meno di spaccare qualche bottiglia. in quel parco ci passano molti cani e ci giocano bambini.diciamo che questa è l’ unica “controindicazione” del vetro che per il resto è un materiale perfetto.sai quale parola ho dovuto digitare per inserire il mio commento? ‘attila’. non può essere una coincidenza…

    "Mi piace"

  3. Cosa si potrebbe fare per incivile certe persone?
    Fustigarle?
    Costringerle a tirar su i cocci?
    Farle lavorare in pronto soccorso per curare le ferite di chi si è tagliato con una bottiglia?
    Spaccargli una bottiglia in testa?
    Mandarle a scuola?
    Metterle in una macchina del tempo e rispedirle nell’infanzia per ricominciare tutto daccapo?
    Modificare i loro genitori?
    (Parola da digitare: oienti)

    "Mi piace"

  4. servizi sociali come minimo. che tocchino con mano i danni che hanno fatto.poi, per mia esperienza, credo che i genitori spesso abbiano grosse responsabilità su quello che diventano i loro figli (pure quelli che dicono che non c’ entrano niente…).ti giuro che la parola che ho dovuto digitare è stata: ‘aggira’ (ma ti sembra che io abbia aggirato il problema?)!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...