Ogni lasciata è una virtù

Quando vedo una bella ragazza penso: "Ma perchè la devo LASCIARE agli altri? Ho voglia di conoscerla e farle capire la differenza tra come posso amare io e come può far finta di amare un’ altra persona… Ho voglia di innalzarla là dove non è mai stata e dove mai potrà arrivare senza di me…" Poi però mi basta sentirla parlare, oppure vedere con chi si accompagna, o semplicemente guardare il nulla nei suoi occhi per capire il suo immenso e stupido egocentrismo. Per cui la lascio lì. La lascio con quello, perchè è quello che si merita.
Perchè investire del tempo su una per cui non ne vale la pena? Perchè me la devo caricare io una così e poi magari pentirmi all’ infinito di essermi anche solo avvicinato a lei? Io la potrei CAMBIARE ma che senso ha se una persona è in un modo solo perchè TU l’ hai fatta cambiare, quasi plagiata. Per una scopata non ne vale la pena!
Ecco perchè, tra i tanti motivi (a dir la verità), difficilmente mi metto con una ragazza.
Comunque IO non prendo in giro nessuno. Io non illudo nessuno. Io non dico bugie. Nonostante questo delle volte vengo ODIATO. Mentre io tendo ad amare una persona indipendentemente da… tutto.

Continua a leggere “Ogni lasciata è una virtù”

Dagli “AMICI” mi guardi Dio


 

C’è un posto dove vanno dei giovani molto giovani per affinare delle doti artistiche che hanno. Questi giovani vengono divisi in 2 squadre e messi in competizione gli uni contro gli altri. I giovani vengono "istruiti" da degli insegnanti, a loro volta spesso in antagonismo tra di loro, che un giorno dicono una cosa e il giorno dopo ne dicono un’altra. Alcuni di questi professori sembra che un po’ se ne intendano ma la maggior parte esprime i propri giudizi in base all’adulazione e alla sottomissione che i bravi studenti hanno per loro, oppure in base a come gli gira in quel momento.

Continua a leggere “Dagli “AMICI” mi guardi Dio”

povia era gay e bonolis filoberlusconiano


 

Ho sentito un paio di volte la canzone di povia. È una canzoncina orecchiabile. Sembrerebbe che il concetto che voglia far passare sia che un gay è tale perché ha vissuto dei disagi in famiglia e che possa essere rimesso sulla strada "giusta". Tali concetti sembrerebbero essere confermati anche da controverse interviste del suddetto povia. Per una trattazione seria sull’ argomento omosessualità vi rimando a questo bel post che parte da una canzone di Fabrizio De Andrè:

Continua a leggere “povia era gay e bonolis filoberlusconiano”

Trans-mafia

È ufficiale: anche nella mafia c’è a chi piace prenderlo nel culo! Ora nessuno potrà dire che nella mafia ci sono certi "valori" e che in fondo non si fanno eccezioni su certe cose! D’altronde il "machismo" è qualcosa che in realtà non esiste. È solo una maschera che la gente usa per proteggere la propria fragilità. Poverino il maschio che si dichiara un macho o che tenta di comportarsi come crede che ci si debba comportare da veri machi! Secondo me esistono il tendenzialmente "maschile" ed il tendenzialmente "femminile" ma questi concetti si applicano solamente ai modi di pensare, nel senso che pare sia provato che generalmente un cervello maschile e uno femminile ragionino in modi differenti. Però molti comportamenti sono appresi dalla società in cui si sta, in modo che, ad esempio, piangere non venga riconosciuto come un atteggiamento maschile, quando invece non c’entra nulla con l’ essere maschi! Ecco, questo è falso come il machismo (che vorrebbe dire essere un super maschio). Un macho è uno che recita un ruolo e forse ci crede anche lui alla sua finzione o forse è consapevole di star recitando. In ogni caso mi fa pena.

Continua a leggere “Trans-mafia”

Ghiaccio e fuoco

In questo periodo sto leggendo un libro dal titolo ALL’ OMBRA DELLE FANCIULLE IN FIORE di Proust (del ciclo ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO). Qui vi compare un personaggio verso il quale il protagonista si fa una serie di domande, non riuscendolo a inquadrare. È un personaggio molto affascinante, che si direbbe di una sensibilità quasi "femminile", ma che si scaglia senza pietà contro gli effeminati… Un personaggio che ha di continuo degli atteggiamenti ambivalenti verso il protagonista. Per farla breve, delle volte si mostra estremamente dolce e premuroso, mentre altre volte sfodera un’ alterigia e un’ indifferenza che darebbe adito a pensare che ce l’ abbia con il nostro…

Continua a leggere “Ghiaccio e fuoco”